La comunitą ospedaliera di Santa Maria della Scala e il suo pił antico statuto

Copertina di "La comunitą ospedaliera di Santa Maria della Scala"

Al principio del Trecento l'ospedale senese di Santa Maria della Scala - allora senz'altro la pił grande istituzione assistenziale della cittą e probabilmente una delle pił vitali del panorama europeo - si dette per la prima volta uno statuto. Inserendosi decisamente in una prassi che andava allora affermandosi a Siena e nel suo territorio, i fratres di quella comunitą religiosa, laici profondamente radicati nella vita cittadina, vollero che quegli ordinamenti fossero democraticamente redatti tanto in latino quanto in lingua parlata. Lo statuto volgare dell'ospedale era gią stato pubblicato centoquarant'anni fa da Luciano Banchi e l'opportunitą di una nuova edizione era nelle cose. A tale esigenza intende rispondere questo lavoro, nel quale a una nuova edizione della fonte si aggiunge il tentativo di ricostruire ed interpretare, seguendo la storia di quel testo e dei codici che lo trasmettono, la vicenda della comunitą ospedaliera che ne fu l'autrice.