Inventario delle pergamene conservate nel Diplomatico dall'anno 736 all'anno 1250. A cura di Alessandro Lisini

Indici e realizzazione tecnica a cura di Beatrice Sordini

Nel 1908, Alessandro Lisini, noto studioso di storia senese e direttore dell’Archivio di Stato di Siena, pubblica lo spoglio dei più antichi fondi pergamenacei contenuti nel suddetto archivio. Tale spoglio comprende tutti i regesti delle pergamene che vanno dal 736 al 1250, con la datazione e la loro provenienza. Nell’archivio di Siena, infatti, come nella maggior parte degli archivi toscani, è stato adottato il sistema in vigore negli antichi archivi comunali, secondo cui le pergamene contenenti diplomi imperiali, bolle, brevi e atti notarili, invece di essere conservate nei fondi a cui appartenevano sono state raccolte in un fondo a parte che, attualmente, conta 56.783 pezzi che vanno dall’VIII al XIX secolo.

Lo spoglio qui pubblicato rispecchia interamente l’edizione a stampa in tutte le sue parti (l’introduzione, le abbreviazioni, la provenienza delle pergamene, i regesti, l’appendice) alle quali sono stati aggiunti l’indice dei nomi, quello dei luoghi, dei luoghi sacri, e quello dei luoghi di redazione dei documenti, al fine di permettere una più veloce e facile consultazione del testo.

N.B. Le pergamene sono disposte cronologicamente secondo il computo seguito in Siena fino al 1750, incominciando l’ anno ab incarnatione; cioè dal 25 di Marzo, con un ritardo di due mesi e ventiquattro giorni dal computo moderno. Le misure dei documenti in metri e cent. sono massime per la lunghezza e medie per la larghezza.